• venerdì 21 settembre 2018
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7POLITICAmercoledì 12 settembre 2018 14:42

VII Municipalità, opposizione presenta mozione di sfiducia al presidente Moschetti

Mozione di sfiducia al presidente della VII Municipalità, Maurizio Moschetti. A firmarla i gruppi di opposizione del PD – Napoli Popolare - Ce Simme Sfasteriati -  DEMA – Riformisti Democratici per de Magistris – FdI (non ha firmato “Napoli in Comune a Sinistra”).

«L’attività gestionale della Settima Municipalità è completamente inconsistente, il territorio è sprofondato nel più totale degrado, i cittadini sono deprivati di un punto di riferimento Istituzionale reale e competente, abbandonati al più sconfortante decadimento, isolamento, disperazione. La popolazione locale è delusa, amareggiata e persino nauseata di essere rappresentati da chi si impegna solo in improvvisare effimere eventi tipo feste, festicciole e triccabballacche, che di fatti, non portano a nulla se non dare una egoistica visibilità per chi le organizza per poi postare foto sulle pagine vari social network» si legge nel comunicato diffuso dai firmatari della mozione.

«La furbesca tattica di scaricare su altri le proprie responsabilità – riporta sempre la nota - è una farsa autoassolutoria che non regge, ormai la cittadinanza non la beve più, è giusto e doveroso assumere coscientemente e doverosamente la pertinenza delle proprie competenze derivanti dal ruolo che si è assunti, diversamente è giusto intraprendere le dovute soluzioni e risoluzioni del mandato elettivo».

Secondo l’opposizione, «una giunta in continua fibrillazione non ha mai brillato per biografia o per talento curriculare.  Servizi di competenza municipale, interamente inefficienti, mancanza totale di programmazione e progettualità Nessun provvedimento amministrativo degno di nota è stato sottoposto al vaglio di un Consiglio Municipale, lo stesso artatamente ed illegittimamente non convoca nonostante reiterate richieste fatte dalle opposizioni “secundum legem” a riprova, dato ormai acclarato da tutti, che non sa condurre le sedute di Consiglio, né tantomeno la Conferenza dei Presidenti di Gruppi Consiliari».

L’opposizione va giù duro: «La maggioranza non nutre più la fiducia dei cittadini, la coalizione di centrodestra che vinse le elezioni è miseramente implosa, snaturata e quello che è rimasto è solo surrogato di una coalizione numericamente inconsistente e politicamente ed amministrativamente inadeguata a rappresentare degnamente il nostro territorio ed i suoi cittadini. Chi dopo le ultime elezioni municipali – conclude il comunicato - si presentava con un programma da mondo dei sogni in certi tratti risibile, come un politico cavallo di razza, alla prova dei fatti si è miseramente rivelato un “ronzino azzoppato” disorientato, svogliato improvvido».

 

 

 

 

 

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...