• domenica 17 febbraio 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7POLITICAlunedì 4 febbraio 2019 10:43

VII Municipalità, Moschetti vara la nuova giunta: consulenti un funzionario di polizia e don Manganiello

Ci sono due volti noti della politica della VII Municipalità, una new entry e due esponenti della società civile nella nuova squadra di governo varata dal presidente Maurizio Moschetti, presentata questa mattina nella sala consiliare del rione dei Fiori.

Moschetti ha assegnato la vicepresidenza alla consigliera di Forza Italia, Nunzia Barbato, già vicepresidente con Giuseppe Esposito. Si occuperà dei rapporti con il Consiglio Municipale e del personale, materia "calda" se si considerano le carenze di cui soffrono le sedi del "parlamentino", ormai al collasso. Entra in giunta anche il commercialista Leopoldo Petito, con delega ai rapporti con l’Amministrazione centrale sulle materie contabili e di bilancio, «affinchè si possa capire con chiarezza perchè qui non arrivano più fondi da Palazzo San Giacomo per i servizi di base, le scuole e la manutenzione ordinaria». Di edilizia residenziale pubblica, trasporti e viabilità si interesserà, invece, Giuseppe Guarino, già consigliere nella scorsa consiliatura, «uomo - dice Moschetti - di grande valenza politica e conoscitore del territorio, grazie all'esperienza maturata prima in Circoscrizione, poi in Municipalità». Confermata la delega agli Affari generali a Rosario Loffredo, assessore al quale Moschetti ha confermato la più ampia fiducia «per l'impegno a trecentosessanta gradi dimostrato».

Fuori giunta ma con incarichi altrettanto importanti quanto delicati due super consulenti esterni, a titolo gratuito. Si tratta di don Aniello Manganiello, già parroco nel rione Don Guanella, area al confine tra Miano e Scampia, attualmente viceparroco a Ferentino, in Ciociaria, autore del libro “Gesù è più forte della camorra” e fondatore dell’associazione “Ultimi”, al quale Moschetti ha assegnato la delega alla legalità. «Figura di carattere nazionale – sottolinea Moschetti – voce coraggiosa da sempre impegnata contro la criminalità organizzata, che sarà al nostro fianco in iniziative di aggregazione giovanile, per diffondere i valori della legalità e della non violenza, vere e proprie alternative alle proposte offerte dalla camorra».

Sempre nel segno della legalità si legge l’incarico attribuito ad Anna Maria Spiezia, funzionario in servizio presso il commissariato di polizia di Secondigliano, componente del coro polifonico “Maranatha”, «sempre impegnata – ricorda Moschetti – nel corso degli anni in attività sociali, tese ad aiutare le fasce più deboli, come donne vittime di violenza, anziani, giovani e stranieri, promotrice dello sportello di ascolto Sguardo Sociale e tra i protagonisti del torneo Fair Play». A lei va la delega alle Politiche sociali.

[di Patrizio Giordano ]
Potrebbe interessarti anche ...