• venerdì 6 dicembre 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAdomenica 1 dicembre 2019 10:44

Si fingono vecchi amici per truffare anziani in strada, boom di segnalazioni a Secondigliano

La tecnica è semplice quanto consolidata. Fermano anziani in strada a Secondigliano fingendosi vecchi conoscenti, amici di famiglia o compagni di classe, dopo una chiacchierata in cui raccontano di un lavoro altrettanto fasullo, spesso come imprenditori nel settore dei pellami, propongono un affare che ben presto si rivela una trappola per spillare soldi al malcapitato passante.

Decine le segnalazioni che nelle ultime ore sono state raccolte dalla pagina Facebook “Secondillyanum” che, già diversi mesi fa, aveva denunciato episodi analoghi, sempre ai danni in particolare di anziani.

L’ultimo di una lunga serie di raggiri questa mattina a corso Secondigliano. «Mio padre – racconta Stella - è stato avvicinato da una persona che diceva di conoscerlo anni addietro e ha cercato di vendergli dei giacconi di pelle per poi truffarlo». Rincara la dose Veronica: «Mio padre ci ha rimesso 50 euro con lo stesso truffatore».

Ad una coppia di anziani il truffatore si è invece presentato, sempre nelle strade di Secondigliano, a bordo di una Fiat Panda, modello nuovo. «Ha detto loro che viveva e lavorava in Svizzera e che regalava giacche di pelle che non passano alla dogana. Per questi capi chiedeva solo un rimborso Iva e per le spese di benzina».

Insomma, cambia la versione ma non la truffa. Altri episodi dal carattere truffaldino sono stati segnalati al corso Italia, via del Cassano e piazza Di Vittorio. Sui social è scattato il passaparola per mettere in guardia chi dovesse imbattersi in questi impostori che, in molti casi, per apparire convincenti, conoscono sia gli spostamenti abituali, amicizie e altre informazioni del bersaglio da colpire.

 

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...