• giovedì 27 giugno 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SOCIETA'giovedì 10 gennaio 2019 19:34

Secondigliano piange Matteo Rodia, ‘’storico’’ diacono della parrocchia Sacri Cuori

Quando la parrocchia Sacri Cuori era una cappella ricavata in un locale al corso Italia, prima della costruzione della nuova chiesa su un terreno in traversa Casilli, Matteo Rodia era già il diacono di una comunità piccola ma in crescita. A lui faceva riferimento il primo gruppo di ministranti, fondato dalla moglie Liliana.  Animo sempre gentile, forte preparazione teologica, una parola sempre pronta per chiunque ne avesse bisogno, piena disponibilità a collaborare in numerose attività pastorali.

Secondigliano piange oggi la scomparsa, a causa di un malore, di don Matteo Rodia, il diacono che in questi anni ha affiancato parroci e sacerdoti della congregazione fondata da Gaetano Errico, il santo al quale il diacono era profondamente legato.

In molti lo ricordano sull’altare al fianco dell’indimenticato padre Salvatore Izzo, quando era alla guida della parrocchia Sacri Cuori. Radicato anche il suo impegno per l’evangelizzazione delle famiglie del quartiere, attraverso gruppi di spiritualità e ritiri, convinto dell’importanza di una missione che dal tempio arrivasse fin nelle strade e nelle case.  Per trent’anni ha dato un contributo fondamentale alla comunità che considerava come una famiglia unita dai valori cristiani.

L’ultimo saluto a don Matteo, domani 11 gennaio, alle 11, nella sua parrocchia.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...