• sabato 17 novembre 2018
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SOCIETA'lunedì 10 settembre 2018 11:56

Secondigliano, le statue della Madonna Addolorata e di San Gaetano Errico in processione

Canti, preghiere e fuochi d’artificio, lenzuola bianche e drappi ai balconi, coriandoli e petali di rose. Così Secondigliano ha accolto, come da tradizione, la seconda domenica di settembre, il passaggio della processione della Madonna Addolorata, dall’anno scorso accompagnata anche dalla statua di San Gaetano Errico.

Un itinerario di quattro ore, partito dal santuario dell’Addolorata, che ha attraversato le vie del centro storico e le strade più residenziali, transitando davanti alle altre due comunità gestite dai Missionari dei Sacri Cuori, la parrocchia di traversa Casilli e quella di Santi Cosma e Damiano.

Numerose le invocazioni per proteggere il quartiere, che dal lontano 1835 si affida alla Vergine di don Gaetano, in particolare per i giovani, gli ammalati, le famiglie più svantaggiate. Processione che quest’anno cade a poche settimane dal decennale della santificazione di padre Gaetano Errico, ricorrenza per la quale presto sarà reso noto il programma delle celebrazioni religiose e delle iniziative civili.

Alla processione hanno preso parte il padre generale della congregazione, Luigi Toscano, il rettore padre Vincenzo D’Antico, con gli altri sacerdoti delle comunità di Secondigliano, ministranti, animatori pastorali, per la Municipalità, il presidente Moschetti con i consiglieri Barbato, Mancini e Tedeschi. A vigilare sulla viabilità la polizia municipale di Secondigliano, con il capitano Filippo Russo e il maresciallo Gennaro Esposito.

Massiccia la partecipazione dei fedeli dall’uscita della statua del Verzella fino al rientro, in serata, nella Cappella dell’Addolorata. Non è mancata una contestazione circa alcuni aspetti organizzativi della processione, che resta uno dei momenti più attesi e vissuti dell’anno, nell'ambito  della tradizione e della devozione popolare secondiglianese.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...