• martedì 21 gennaio 2020
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SCUOLAgiovedì 19 dicembre 2019 17:28

Secondigliano, intercultura e ecosostenibilità nella casa di Babbo Natale del Caro – 85° Berlingieri

È all’insegna dell’intercultura e dell’ecosostenibilità la casa di Babbo Natale inaugurata presso l’istituto comprensivo “Caro – 85° Berlingieri”, in viale delle Galassie a Secondigliano.

Una deliziosa casetta in legno posta nell'ampia area verde della scuola, diventa per il Natale la casa di un "Caro" Babbo Natale attento all'ambiente, che ricicla bottiglie di plastica.  L'iniziativa è inserita nella già consolidata progettazione curricolare che mostra attenzione per i temi dell'ambiente.  Infatti, nella scuola è già presente un vero e proprio orto urbano curato interamente dagli alunni che danno, in questo modo, il loro contributo all'ambiente.

Gli alunni, grandi e piccoli hanno aiutato Babbo Natale a riciclare la plastica riponendo le bottiglie nell'albero "riciclone", in cambio per questo gesto eco-solidale, hanno ricevuto un attestato di merito recante il titolo di "Anime verdi" insieme ad un piccolo gadget. Nelle loro letterine, depositate nella tipica cassetta della posta, gli alunni hanno espresso tanti desideri: aria pulita, mare meno inquinato, meno plastica, ma anche solidarietà verso le persone che a causa delle guerre sono costrette a imbarcarsi attraversando il Mediterraneo o che vengono nel nostro Paese per avere una vita migliore. Gli studenti sensibili al dialogo interculturale hanno ricevuto l'attestato di merito di "Cittadino del mondo".

Lo spirito del Natale quindi si coniuga perfettamente con quello ambientalista e interculturale, costituendo un ulteriore valore aggiunto alla magia del Natale.

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...