• sabato 15 dicembre 2018
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAlunedì 3 dicembre 2018 10:50

Secondigliano, furto alla scuola Parini: rubati computer e proiettore

IL FATTO. Nuovo raid in una scuola di Secondigliano. Stavolta a farne le spese è stato il 30° circolo didattico “Giuseppe Parini”. Ignoti, nella notte tra sabato e domenica scorsi, hanno fatto irruzione nel plesso di via Fosso del Lupo, praticando un foro in una parete esterna, al di sotto di una finestra protetta da inferriate.

 

Un colpo messo a segno molto probabilmente da una banda di esperti, in grado di disattivare l’impianto di allarme e agire indisturbati nella struttura. Pesante il bilancio: portati via numerosi computer (che contenevano anche dati sensibili degli alunni)  e un proiettore, attrezzature utilizzate dai bambini nel corso di attività che hanno reso la “Parini” negli anni un fiore all’occhiello del quartiere; messi a soqquadro gli ambienti della scuola; scassinato la cassaforte.

La dirigente scolastica, informata dell’accaduto, si è subito attivata per la riparazione del danno alla parete e scongiurare così la sospensione dell’attività didattica. Molto più complicato, invece, recuperare o riacquistare le attrezzature elettroniche sottratte all’istituto.

LE REAZIONI. Ferma condanna per il raid l’hanno espressa a Periferiamonews, il presidente della VII Municipalità, Maurizio Moschetti e il consigliere Simone Tedeschi: «L’operosità della dirigente è stata la miglior risposta immediata. Sarà una nostra priorità quella di affrontare il tema della sicurezza per i plessi scolastici del territorio».

«Un fatto gravissimo – commenta il consigliere Vincenzo Mancini – che richiede una reazione con una mobilitazione immediata e il coinvolgimento della società civile».

Va giù duro il capogruppo di Forza Italia alla VII Municipalità, Luigi Amato: «Sono anni che puntualmente viene colpita questa scuola senza che l'amministrazione centrale prenda sul serio le tante denunce partite dai cittadini e dalla Municipalità. L'unica strada da percorrere è l'installazione  di impianti di videosorveglianza che non costano milioni di euro e che metterebbero fine definitivamente a questa triste storia».

"Continua il vile attacco alle scuole della città con gravi conseguenze economiche per i danni da riparare e per le bambine e i bambini che frequentano la scuola" afferma l'assessore comunale alla Scuole, Annamaria Palmieri.

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...