• martedì 16 luglio 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SOCIETA'domenica 5 maggio 2019 16:41

Restaurata la corona della Madonna Addolorata di Miano, cerimonia con i bambini: preghiera per Noemi

Era il  1959 quando, a compimento della richiesta inviata dall'allora cardinale Castaldo al Capitolo Vaticano,  avveniva l'incoronazione della Madonna Addolorata di Miano. Un culto molto più antico. Basti pensare che la statua fu collocata, nella seconda metà dell'800,  in un altare privilegiato all'interno della parrocchia Maria Santissima Assunta in Cielo, dal parroco Giosuè Miranda, sacerdote originario di Secondigliano. Il popolo cominciò a venerarla con trasporto e fiducia, affidandosi alla Vergine nei momenti più difficili, per la potenza di intercessione di Colei che Gesù, morente sulla croce, offrì come Madre all'umanità.

Stamattina la messa con i bambini, la prima domenicale del mese mariano,  è stata l'occasione per riporre sul capo della sacra immagine la corona d'argento restaurata grazie al contributo di alcune famiglie di benefattori.

Nel corso della celebrazione è stata rivolta, da parte dei bambini e dell'intera comunità, una preghiera speciale dedicata alla piccola Noemi, la bimba di 4 anni ferita in una sparatoria a piazza Nazionale e ricoverata in gravi condizioni all'ospedale Santobono e a tutti i bambini vittime di violenza, affidando a Dio "tutti i piccoli che soffrono a causa di una cultura che non ama la vita".

«Maggio  - ha affermato il viceparroco, don Ciro Scala, che ha concelebrato la messa con il parroco, don Francesco Minervino  - è il mese dei figli di Maria che entrano nella casa della Mamma per stare con lei, per parlarle ed ascoltarla».

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...