• venerdì 13 dicembre 2019
  • Seguici su

StellaPOLITICAlunedì 19 maggio 2014 10:13

Renzi in piazza Sanità: ''O vince il Pd o perde l'Italia''

Il segretario del Pd replica agli attacchi di Grillo e invita la folla a cantare l'inno di Mameli

«A chi pensava che la piazza non fosse casa nostra abbiamo dimostrato che è vero il contrario». Dal palco allestito in piazza Sanità Matteo Renzi accende il popolo del Pd venuto da tutta la regione per ascoltarlo.

«Se qualcuno a Napoli, come in Italia, va dicendo che noi in piazza non ci siamo questa sera ha avuto la risposta» afferma il segretario dei Democratici che per l'intera durata del comizio risponde ai continui attacchi di Beppe Grillo.

«Uno statista genovese parla di lupara bianca, di Hitler. Ma come si fa a utilizzare un linguaggio del genere? Come si fa a non pensare che su certe cose non si scherza?. A loro - aggiunge il premier - noi rispondiamo con gentilezza e con determinazione».  «Noi siamo la proposta, loro l'insulto. Loro la rabbia, non i la speranza. Loro il passato, noi il futuro. O vince il Pd o perde l'Italia» dice Renzi, invitando i militanti del Pd a mobilitarsi per il voto di domenica prossima.

Sulla misura degli 80 euro Renzi ribadisce: «Sarà estesa ad altre categorie sociali. Gli 80 euro non risolvono problemi ma sono l'inizio di un cambiamento».

Non c'è un futuro per l'Italia senza il Sud". "Sono 20 anni che vi prendono in giro" ha aggiunto Renzi sostenendo che per il Mezzogiorno, ed in particolar modo per il napoletano occorre una scossa. "Se Pompei continua a fare notizia perché cadono i muri, se a Bagnoli si continua a far nulla vuol dire che abbiamo fallito", ha proseguito il segretario del Pd ricordando che nel Mezzogiorno d'Italia, nel lontano 1861 gli occupati erano di più che nel resto del Paese. Poi Renzi è tornato sui temi dei fondi europei ricordando di aver ricevuto oggi il premier Polacco che gli ha fatto notare come in Polonia si spendono il 97,5% dei fondi. "Noi dobbiamo superare il 97,5%", afferma ancora Renzi.

Prima di congedarsi dalla piazza, Renzi invita la folla a cantare insieme l'inno di Mameli.

In piazza, al di là delle bandiere e degli striscioni del Pd, non mancano le proteste, come quelle dei precari Bros o di chi chiede il rispetto per il diritto alla casa, battendo su alcune pentole.

[di Patrizio Giordano ]
Potrebbe interessarti anche ...