• mercoledì 14 novembre 2018
  • Seguici su

CITYSPORTgiovedì 8 novembre 2018 17:01

Napoli, Verdi confessa: «Credevo ai luoghi comuni, ma ho scoperto una città stupenda»

“Prima di venire a Napoli avevo un po’ di paura, ma ho capito subito che quelli sulla città sono solo luoghi comuni”. Quella di Simone Verdi è una vera e propria dichiarazione d’affetto. Il calciatore azzurro, testimonial per il lancio dell’App “Mytaxi”, servizio gratuito di richiesta del taxi tramite smartphone, traccia un bilancio dei primi sei  mesi  nel capoluogo partenopeo.

“Napoli va vissuta, è completamente diversa da tutte le altre città che ho visto prima. Insieme alla mia fidanzata Laura ci piace passeggiare tra le vie del centro storico e a San Gregorio Armeno, di cui lei è innamorata”. Da turista d’eccezione a punto di forza del reparto avanzato azzurro: anche l’inserimento in squadra procede bene.

“Ho trovato un gruppo umile nonostante la presenza di tanti campioni, che si sono messi a disposizione e mi hanno accolto alla grande – spiega Verdi -. In questo Napoli tutti ci sentiamo parte del progetto e non ci sono rivalità interne. Rispetto alla mia precedente squadra, il Bologna, ho capito fin dai primi allenamenti che qui c’è una mentalità diversa e si lotta per obiettivi importanti”.

Fermo ai box per l’infortunio muscolare patito a Udine, il nove azzurro scalpita per tornare a disposizione di Ancelotti. “Il mister deciderà come gestirmi, ma è più probabile la mia presenza in campo contro il Chievo, dopo la sosta. Stare fuori è una sofferenza – aggiunge Verdi -, spero di vivere al più presto anche le notti magiche di Champions, dove abbiamo dimostrato di essere all’altezza delle altre due grandi del girone, Liverpool e Psg.

Ora però bisogna pensare solo alla prossima col Genoa, per vincere a Marassi servirà la stessa cattiveria del match di martedì: non sarà facile, perché contro i francesi abbiamo consumato tante energie, sia fisiche che mentali”. Col fantasista napoletano, nel quartier generale di Castel Volturno è stata illustrata la partnership di mercato tra il club di De Laurentiis e l’App per i taxi leader in Europa.

Napoli è la quarta città italiana dopo Milano, Roma e Torino ad adottare il servizio, che punta a dare un contributo anche nella lotta contro l’abusivismo. “Mytaxi ha al proprio servizio esclusivamente tassisti del Comune di Napoli in possesso di regolare licenza – dichiara Barbara Covili, general manager di Mytaxi Italia -. Siamo orgogliosi della collaborazione siglata oggi col Calcio Napoli, nata all’insegna dell’amore e della passione per il proprio territorio, di cui la squadra è la massima espressione”.  

[di Simone Spisso ]
Potrebbe interessarti anche ...