• mercoledì 22 maggio 2019
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SOCIETA'mercoledì 1 maggio 2019 17:09

Moschetti (VII Municipalità): «Notte al centro storico di Secondigliano momento di sostegno al commercio»

E' quasi l'una quando il presidente della VII Municipalità, Maurizio Moschetti, lascia piazza Di Nocera, cuore del centro storico di Secondigliano, insieme al presidente della commissione Commercio, Simone Tedeschi (consigliere che ha curato tutta la parte amministrativa dell'iniziativa), al dirigente del commissariato Secondigliano, Giovanni De Stefano e al comandante della locale stazione dei carabinieri, Vincenzo Pignalosa. «Tutto è filato liscio, senza alcun problema la manifestazione è stata un successo in termini di pubblico ma soprattutto  come momento di riscatto del territorio» commenta a caldo Moschetti.

E' la Notte al centro storico di Secondigliano, kermesse di danza, moda e musica, organizzata dall'associazione "La Nuova Gioventù" in collaborazione con l'associazione "Il Casale" e il patrocinio della VII Municipalità. Intorno al palco, sul quale si sono esibiti il duo emergente Profilogreco, i neomelodici Rico Femiano, Giovanni GallettaMario Forte, il cabarettista La Pescheria degli artisti, la scuola di danza Latin Emotion diAngela Silvestri, modelli e modelle del concorso “Il Bellissimo e la Bellissima d’Italia” (famiglia D’Ambrosio), tra piazza Di Nocera, via Vittorio Emanuele, via Padre Gaetano Errico, chiuse al traffico dalle 16, si sono assiepate oltre 3mila persone.

Una scommessa vinta, secondo il numero uno del "parlamentino", da sempre convinto dell'idea di insistere sul binomio pedonalizzazione del centro storico - eventi di aggregazione. «Così facendo - spiega Moschetti - abbiamo creato un importante momento di aggregazione favorendo  l'afflusso di cittadini verso gli esercizi commerciali della zona rimasti aperti, che ne hanno tratto beneficio in termini di vendite Una serata positiva che ci spinge sempre di più a pensare ad una programmazione di iniziative in grado di far diventare le strade del nostro centro storico delle attrattive come avviene per i centri commerciali, dove poter fare shopping in tranquillità e godersi uno spettacolo all'aperto».

Da qui l'idea di riproporre la manifestazione con una certa frequenza, aprendola anche sotto il piano culturale. Un esempio? «Visite guidate all'ipogeo dei Santi Cosma e Damiano e alle chiese dei nostri patroni e dell'Addolorata, tesori artistici da valorizzare» conclude Moschetti.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...