• mercoledì 23 settembre 2020
  • Seguici su

SecondiglianoSCUOLAlunedì 12 maggio 2014 21:40

La legalità nei fumetti dei bambini di Secondigliano

La mostra è stata inaugurata al centro Pertini alla presenza dell'artista Lello Esposito, nell'ambito del Secondigliano Libro Festival

"Ma che storia è sta storia". Questo il titolo del progetto giunto alla sua conclusione questa mattina nel corso di una manifestazione tenutasi presso il centro "Sandro Pertini" di Secondigliano nell'ambito del Self (Secondigliano Libro Festival).

Le storie realizzate dai bambini della VB della Nazario Sauro con il programma Bitstrips di Internet, parlano della “Terra dei fuochi”, del problema delle armi e della droga;  un’altra, realizzata dai bambini della Carbonelli è una storia sulla droga con testi in inglese (e traduzione sul retro in italiano) e disegni realizzati dagli stessi bambini. Ai lavori hanno partecipato anche gli alunni di cinque quinte classi della più antica scuola del quartiere, il 30° circolo didattico Giuseppe Parini, che si sono soffermati molto sulla bellezza dei luoghi, dei monumenti, delle strade e sulla storia della città, sottolineando come questa sia una delle più belle del mondo e come sia “piacevole  mangiare una sfogliatella o un babà passeggiando sul lungomare e guardando in lontananza il Vesuvio”.

Oltre un centinaio i  bambini  che hanno assistito alla presentazione della mostra curata  dal giornalista Salvatore Testa con gli interventi dell’artista Lello Esposito, che ha disegnato insieme ai piccoli studenti  una maschera di Pulcinella.

 “Si tratta – afferma il maestro Esposito - di un’iniziativa davvero lodevole. Tra 15-20 anni voi bambini sarete parte attiva nella società e noi dobbiamo fare in grado che possiate conoscere al meglio la realtà. La cultura e l’arte restano e un giorno potrete interessarvi alla nostra cultura e a quella del mondo.”

"Le istituzioni - aggiunge l'artista - devono comprendere che il futuro è dei ragazzi, che possono inviare segnali attraverso la loro fantasia”.

Soddisfatto Testa: "Non immaginavo che questo progetto potesse riscuotere tutto questo successo ed un grande entusiasmo sia tra i ragazzi che tra i docenti. Questi ragazzi devono essere ascoltati e aiutati. Le istituzioni devono essere più presenti sul territorio".

Per il presidente della VII Municipalità Vincenzo Solombrino: "Bisogna valorizzare le risorse positive del territorio grazie a cui è possibile ottenere un vero e proprio riscatto ed evidenziare le tante iniziative culturali presenti in questo quartiere".

Il SeLF – Secondigliano libro festival è promosso dalla sezione “Monni” dell’ Associazione italiana maestri cattolici e dalla VII Municipalità in collaborazione con le scuole del territorio, l’associazione culturale Arte presepiale e la LS Comunicazione e si avvale del contributo dell’Aeroporto internazionale di Napoli e di un privato cittadino. Esso intende promuovere l’incremento degli indici di lettura e, più in generale, stimolare e valorizzare la fantasia dei giovani e migliorarne i livelli culturali.

Il SeLF si concluderà il 29 maggio  con una manifestazione nel parco san Gaetano Errico durante la quale sarà votato il libro preferito dai ragazzi delle scuole medie cui sarà  assegnato il “Premio letterario Sgarrupato” al vincitore. 

 

[di Raffaele Sarnataro - foto di Patrizio Giordano ]
Potrebbe interessarti anche ...