• martedì 7 luglio 2020
  • Seguici su

CITYSPETTACOLOlunedì 9 marzo 2020 18:45

Il talento di PeppOh esplode a Musicultura

Dalla periferia Nord, esplode il talendo del cautautore  PeppOh, che  ha partecipato con il supporto della sua BabeBand a Musicultura,  allo storico contest per cantautori che ormai da 30 anni si tiene a Macerata, questa volta al Teatro Lauro Rossi.

L’audizione si è tenuta il 5 Marzo, gestita alla grande nonostante il periodo critico della diffusione del Covid-19, con un teatro a porte chiuse ma con una giuria sempre pronta, disponibile e soprattutto attenta.  Durante l’esibizione, PeppOh ha eseguito due brani richiesti dalla commissione (“Totale” e “Where is the Rapstar?”) e uno presentato per il concorso (“Vita”, brano già disponibile su Spotify e contenuto nel prossimo album di PeppOh in uscita in Primavera).

Una performance sul palco del Lauro Rossi che ha lasciato senza parole molti degli addetti ai lavori, tra colleghi partecipanti alla kermesse e persone del settore quali tecnici, giornalisti, universitari e commissari vari, una BabeBand in grande spolvero che ha dato nuova vita soprattutto a “Where is the Rapstar?”, inserendo nel ritornello un tipico riff jazz e poi passando al rock, dimostrando carattere, bravura e soprattutto versatilità, tipica del Neapolitan Sound, come faceva notare uno dei giurati in commissione.

Al termine dell’esibizione, PeppOh come tutti i partecipanti al contest è stato sottoposto ad una serie di domande che tutti i giurati fanno per conoscere al meglio l’Artista in questione, domande che variavano dal tecnico (“Cos’è cambiato tecnicamente dal 2016 ad oggi per te?”, “Non pensi che facendo troppi dischi rischi di bruciare il tuo materiale?”) a vere e proprie domande pratiche (“Com’è possibile che un’Artista come te, con i tuoi numeri ed il tuo profilo artistico elevato non sia stato notato da Paola Zukar o da altre etichette?”, “Quali sono i guadagni del lavorare in autoproduzione?”), tenendo testa alla commissione e rispondendo sinceramente e senza troppi indugi, dimostrando personalità e progettualità nel proprio cammino.  “È stata davvero una bella emozione – ci racconta  PeppOh – ritornare a Musicultura dopo 4 anni e trovare un sistema consolidato, fatto di donne e di uomini prima che di professionisti, che sono sempre stati attenti e disponibili per ogni esigenza, garantendo trasparenza e una voglia di fare che è davvero lodevole, nonostante le ormai mille difficoltà di fare Arte in questo paese. Sono stato bene e credo di aver dato tutto me stesso sul palco quindi va benissimo così, ora non resta che incrociare le dita!”  Ora non resta che aspettare infatti il verdetto della commissione per sapere se ci sarà un’ammissione alla fase 2 del concorso che si terrà a Recanati e all’interno della quale saranno presenti i 16 finalisti che comporranno la compilation di Musicultura. Di questi 16 finalisti solo 8 avranno l’accesso alla Gran Finale dello Sferisterio di Macerata tramite una votazione su app che metterà a disposizione Musicultura sulle loro pagine social, Facebook su tutti.  Intanto procede la “sfida” di “Area Nord Ammò”, il sogno di Dj Cioppi e dello stesso PeppOh, cioè di alimentare il fuoco produttivo in ogni ambito, dal musicale al branding per abbigliamento, dalle produzioni alla creazione di un vero e proprio team di lavoro che possa affrontare ogni ambito professionale.  Area Nord Ammò vuole essere un polo creativo, sognando di diventare un giorno non troppo lontano una vera e propria casa di produzione nonché un’etichetta discografica che possa garantire qualità e innovazione continua, “con un piede nel passato e lo sguardo dritto e aperto nel futuro!” (cit.)

 

Di recente uscita è il brano “Vita”, prodotto da Dj Cioppi con la collaborazione musicale della BabeBand, sempre per conto di “Area Nord Ammò”.  Un brano che sarà presente nel prossimo album di PeppOh e che racconta delle mille sfaccettature che la Vita ogni giorno da e prende, ricordando all’ascoltatore che tutto torna o può andare via, basta un attimo a ribaltare ogni scenario. Lo stesso scenario che si denota dalla grafica, una Miano in lontananza, il ponte dell’asse mediano (tipico scenario dell’Area Nord, appunto) ed un tramonto che sembra quasi un incendio, che simboleggia i punti di vista relativi che ognuno ha durante le proprie fasi della Vita.  Il brano è già disponibile su Spotify, iTunes ed altri digital stores ma non ancora su YouTube, poiché si prevede un videoclip del brano che presto o tardi arriverà.  “Vita è stato uno dei primi brani del nuovo percorso che ho intrapreso con Dj Cioppi – ci racconta  PeppOh – e definisco questo brano come un fiore nel deserto, l’ho scritto quando volevo mollare tutto e proprio questa canzone ha dato poi “Vita” a quasi tutto l’album che uscirà a breve. E per quanto riguarda la grafica, non vi dico niente ancora ma sappiate che quella che vedete su Spotify è solo l’inizio di un grande quadro, poi capirete.”

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...