• mercoledì 12 dicembre 2018
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7CRONACAdomenica 7 ottobre 2018 21:18

Giovane ucciso a Miano, il parroco: «Basta con il sangue, ridare dignità alla gente del quartiere»

«Basta con il sangue sparlo lungo le strade del nostro quartiere. Basta a vivere inferociti e lontano da Dio. E' tempo di rialzare la testa e iniziare a riprogettare un quartiere e una società nuovi». E' l'appello rivolto, nella giornata in cui si apre il Sinodo dei Giovani, da don Salvatore Cinque, parroco della chiesa dei Santi Alfonso e Gerardo, la comunità ferita e sconvolta dall'uccisione, a coltellate, del giovane Raffaele Perinelli, 21 anni, che viveva nel rione San Gaetano, a due passi dalla parrocchia.

«Bisogna cambiare vita - dice al suo popolo don Salvatore, impegnato in diverse iniziative per i giovani (proprio in questi giorni sono riprese le iscrizioni per l'oratorio) - per ridare dignità alle famiglie ed in particolare ai giovani del quartiere».

Domani, a Miano, giornata di lutto e preghiera «affinchè - spiega il parroco - il  Signore tocchi il cuore di chi vive lontano da Dio e accolga nella sua gloria Lello».

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...