• lunedì 24 settembre 2018
  • Seguici su

CITYSOCIETA'venerdì 29 giugno 2018 13:06

Comunicare il terzo settore, associazioni e giornalisti a confronto a Secondigliano

“Comunicare il terzo settore”, questo il titolo del seminario tenutosi presso il centro giovanile “Sandro Pertini”, a Secondigliano, organizzato dall'Ordine dei Giornalisti della Campania e dall'associazione culturale “New Politik”,  con il patrocinio del Comune di Napoli e del Dipartimento di Scienze Politiche dell'Università "Federico II" di Napoli.

«Il tema è stato scelto – ha affermato Massimo Iaquinangelo, presidente di New Politik -  perché siamo convinti che anche il bene vada comunicato. Non per buonismo o per mediare con le cattive notizie, ma per valorizzare quella parte di energie positive che in alcuni contesti come le periferie, sono un volano di cultura ed alternativa alla strada; e per discutere anche della riforma del Terzo Settore». Per Enrico Maria Borrelli: «Il servizio civile è un anno di formazione per i cittadini del futuro».

«La riforma del Terzo settore – ha sottolineato l’avvocato Gabriella Noto - è un'attenzione verso un mondo che le società devono tener conto perché regolamentare un settore in crescita come quello del non profit è indispensabile per poter meglio lavorare.

Secondo Katia Tulipano, «la comunicazione del terzo settore è fondamentale per tutte quelle realtà che operano sui territori e per i giornalisti questo evento è importante per conoscere la legislatura che regolamenta tale settore».

«La comunicazione – ha evidenziato Giovanni Rinaldi -  è necessaria per far conoscere alla cittadinanza quali sono le forme per poter contribuire alle associazioni che operano sui territori come ad esempio il crowdfunding come fa la piattaforma Meridonare».

Interessante l’invito del professor  Marco Musella: «è indispensabile che tutte le associazioni e chi le segua abbia le conoscenze adeguate per non cadere negli errori legislativi che poi  inquinano un mondo fatto di solidarietà e volontariato.

Il seminario, al quale erano presenti giornalisti e associazioni, ha previsto l’attribuzione di 4 cfu ed è stato promosso grazie alla disponibilità del presidente Odg Campania, Ottavio Lucarelli, del presidente Corecom, Mimmo Falco e di Alessandro Sansoni, componente dell’esecutivo nazionale dell'Odg.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...