• lunedì 23 settembre 2019
  • Seguici su

CITYSOCIETA'venerdì 11 gennaio 2019 18:14

Carnevale, ecco il vestito de L’amica geniale: è subito boom

Dopo il successo della serie TV “L’amica geniale”, firmata dal regista Saverio Costanzo e ispirata al best – seller di Elena Ferrante, era prevedibile che per il prossimo Carnevale, all’ombra del Vesuvio, si diffondesse la moda di vestire le bambine con quegli abiti poveri, semplici, fatti a mano, simbolo di un dopoguerra che ha rappresentato un periodo difficile soprattutto per i più giovani.

L’idea di realizzare un costume de “L’Amica Geniale” è venuta a Dora Maione, titolare della sartoria “Madamadorè”, con sede ad Aversa ma operativa anche in tutta Napoli e provincia.

Ad indossare per prima l’abito, realizzato in flanella, è stata Vittoria, la figlia della titolare della sartoria, fan sfegatata della serie TV. La foto del costume postata su Instagram ha riscosso il plauso proprio di Ludovica Nasti, 12 anni, la bravissima attrice che interpreta Lila nella serie, scelta tra 9mila candidati ai provini.

«Abbiamo cercato di riprodurre un abito che fosse quanto più somigliante a quello proposto dalla fiction, espressione di una Napoli autentica e di altri tempi» spiega la signora Maione.

Una volta proposto sui social, l’abito ha già riscosso grande successo, al punto da far scattare un vero e proprio boom di richieste per i travestimenti de “L’amica geniale”. Per quest’anno, dunque, Carnevale vintage tutto napoletano. Altro che travestimenti contemporanei di cattivo gusto.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...