• mercoledì 14 novembre 2018
  • Seguici su

MUNICIPALITA' 7SPORTlunedì 5 novembre 2018 10:28

Basket, arriva da Secondigliano la prima squadra nata su WhatsApp

Dal gruppo su WhatsApp al rettangolo di gioco. Il passo è stato breve per 10 ragazzi partiti da Secondigliano, che hanno scelto di dar vita alla loro squadra di basket spinti dalla passione e dall’amore per il proprio quartiere.

Un progetto, quello della C.P. Service Basket, nato dal basso e senza alcun contributo economico: per iscriversi al campionato regionale Uisp, i componenti della squadra si sono autofinanziati, organizzandosi con uno scambio di messaggi sulla nota app per cellulari.

Di età compresa fra i 23 e i 30 anni, giocano nel tempo libero: tra loro anche studenti universitari, un cameriere e un odontotecnico. Due hanno conosciuto la ribalta delle categorie superiori, militando in serie C. Il coach, invece, è stato vice del padre in serie D lo scorso anno. Un gruppo unito da un sogno, quello di volare ai play-off per sfidare a Montecatini le migliori 20 del panorama nazionale, nella cosiddetta fase a orologio.

Un cammino verso la gloria che avrà inizio lunedì, con l’esordio in casa alle 21,30 nel match contro Procida. “Fare la squadra non è stato difficile. Siamo tutti amici e ci frequentiamo anche al di fuori dell’attività agonistica: il venerdì sera la birretta non manca mai” spiega Gianfranco Troncone, organizzatore e membro del team. “Siamo pochi e affrontiamo spese micidiali, ma l’amore per questo sport è più forte di tutto. Per motivi di lavoro, spesso ci alleniamo anche alle undici di sera”.

Tra gli obiettivi dei ragazzi in canotta, ridare energia e seguito a un movimento che da sempre vive la sudditanza nei confronti del calcio. “Il basket è uno sport particolare – conferma Gianfranco - . Si può praticare all’aperto solo 4 mesi all’anno: senza strutture, in un territorio difficile come il nostro, eravamo spesso costretti ad allenarci nel parco San Gaetano Errico tra degrado e avventori di ogni tipo. Solo quest’anno, grazie alla disponibilità del proprietario della CSS Antonio Cino che ci conosce da bambini, abbiamo trovato una casa per iscriverci al campionato”.

Tra meno di una settimana, proprio al Pala Cino, parte l’avventura dei bianconeri . Alla Secondigliano della pallacanestro non resta che preparare il tifo e le bandiere.

[di Simone Spisso ]
Potrebbe interessarti anche ...