• domenica 24 marzo 2019
  • Seguici su

StellaSOCIETA'lunedì 14 aprile 2014 22:10

47 anni fa moriva Totò, III Municipalità celebra il grande artista

Giornata commemorativa presso il salone dei Padroni Vincenziani. Una corona di alloro sarà deposta davanti la casa del principe della risata

Domani, martedì 15 Aprile alle ore 9,30 si terrà presso il salone dell'Assunta dei Padri Vincenziani sito in Via Vergini 51, una seduta solenne del Consiglio Municipale Stella-San Carlo all'Arena avente ad oggetto la commemorazione di Antonio De Curtis, in arte Totò, nel 47° Anniversario della scomparsa.

L'iniziativa è stata preceduta nella serata del 14 Aprile dall'accensione, promossa dal Consiglio di Municipalità, di un faro che illuminerà d'ora in poi nelle ore serali e notturne l'epigrafe che ricorda Totò, al primo piano della facciata del palazzo di Via Santa Maria Antesaecula n.109 ove Antonio De Curtis trascorse i primi ventudue anni della sua vita.

Madrina d'onore sarà la figlia Liliana De Curtis

Il programma del Consiglio di Municipalità prevede l'intervento del professor Nicola De Blasi, docente di Storia della lingua italiana  presso l'Università degli studi Federico II di Napoli, che illustrerà l'importanza della attività artistica del Principe della risata. 

La seduta  proseguirà con l'intervento della presidente Giuliana Di Sarno che presenterà le proposte della Municipalità riguardanti le manifestazioni culturali, nell'ambito del Forum delle Culture, in ricordo del grande attore. 

Tra gli interventi, quello di Marcella Torre, Presidente della Commissione "Cultura" della Municipalità, della consigliera Valeria Vespa, Presidente della Commissione "lavori pubblici" e del consigliere speciale alla memoria Francesco Ruotolo che illustrerà un odg rivolto alla Commissione comunale per la toponomastica e un documento riguardante gli impegni e le proposte della Municipalità per degnamente ricordare Totò. 

Al consiglio di Municipalità interverranno anche alcuni esercenti di attività artigianali che presenteranno dei prodotti che si ispirano alla figura di Totò.

Al centro della seduta di Consiglio, cui è stato invitato l'Assessore comunale alla Cultura Gaetano Daniele, la richiesta-rivolta dalla Municipalità al Comune di Napoli- di completare il "Museo di Totò" (che dovrà diventare un Centro Culturale Polivalente) in costruzione da ventuno anni e la realizzazione di itinerari di turismo culturale per valorizzare i "luoghi  di Totò": la casa natale, gli scorci del rione ove Totò girò alcuni film... oltre che porre una pietra importante per lo Sviluppo culturale ed economico del quartiere. Totò ed il nostro patrimonio culturale volano di crescita. Nuove botteghe artigiane, gadget, prodotti enogastronomici, marchi made in Sanità.

Nel corso della manifestazione interverranno due alunni dell'Istituto professionale "Isabella d'Este - Francesco Caracciolo": l'uno reciterà la poesia "' A livella"; l'altro presenterà un biscottino, di sua invenzione con l'effige di Totò.Inoltre, una neolaureata illustrerà brevemente i contenuti della sua recente tesi di laurea su Totò.

Alla seduta solenne del Consiglio di Municipalità interverranno Pina Conte, della Fondazione "Antonio De Curtis in arte Totò" e quindi- preceduta dal soprano Serena Stabile che , accompagnata dal maestro Mario Mirenghi, canterà "Malafemmena"-concluderà l'importante assise Liliana De Curtis,  figlia del grande Totò. 

Al termine del Consiglio di Municipalità, la presidente Di Sarno e Liliana De Curtis collocheranno una corona d'allora del Comune di Napoli inanzi al portone di Via Santa Maria Antesaecula, 109. 

 

 

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...