• domenica 23 settembre 2018
  • Seguici su

CITYCULTURAmercoledì 23 maggio 2018 23:03

''Sette in un giorno'', alla Pontificia Facoltà Teologica la presentazione del libro di don Alessandro Gargiulo

Si può uscire di casa al mattino per mille motivi. Si può anche esserne espulsi da qualche debito di coscienza. La vita non si lascia rinchiudere fuori da una porta, e viene a cercare coloro che rimangono in stallo, tra tristezza e passione. L'anonimo personaggio di questo racconto si getta tra le braccia di sette intensissimi incontri; percorre le strade e le vite, incrociate nei volti. Arriva, così, a toccare le sponde dell'anima: e un giorno qualunque diventa per lui un impensabile inizio. Narrato in prima persona, "Sette in un giorno", il libro scritto da don Alessandro Gargiulo, parroco della chiesa di Maria Santissima del Buon Rimedio,   a Scampia e docente presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione San Tommaso, racconta il viaggio di un uomo nella sua città, che potrebbe essere qualsiasi città; un viaggio tra altri uomini, con le loro ricchezze e le loro miserie, un viaggio che in un solo giorno lo rende persona nuova, capace finalmente di abbracciare la vita.

"Sette in un giorno" sarà presentato venerdì 25 maggio, alle 9.15, presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (sezione San Tommaso), alla presenza del Decano, professor Francesco Asti, di Eloisa Crocco (Rogiosi Editore), Ottavio Lucarelli, presidente dell'Ordine dei Giornalisti della Campania, del professor Tonino Palmese, docente di teologia pastorale, del professor Raffaele Ponticelli, docente di psicologia. Modera i lavori, il professor Roberto Della Rocca, docente di Patrologia.

Alessandro Gargiulo è nato a Napoli il 29 aprile del 1975. È sacerdote dal 2000 e, da undici anni è parroco a Scampia. Laureato in Filosofia e Teologia, insegna presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale, sezione San Tommaso. "Sette in un giorno" è il suo primo romanzo.

[di Redazione ]
Potrebbe interessarti anche ...